Plug-in contemporary art news
                                                                                       Back

 

„1/4 Century – fotografia ticinese 1980 – 2005”
Galleria d’arte Fondazione Patrizio Patelli, Locarno
Dal 12.9. al 4.11.2006
Inaugurazione martedi’ 12 settembre alle ore 18.30
Mostra a cura di Reza Khatir


Opere di Gian Marco Agazzi, Fiorenza Bassetti, Marco Beltrametti, Edo Bertoglio, Lorenzo Bianda, Pier Paolo Bianda, Roberto Buzzini, Giosanna Crivelli, Marco D’Anna, Dona De Carli, Edgardo Gandolfi, Fausto Gerevini, Fabrizio Giannini, Adriano Heitmann, Reza Khatir, Roberto Raineri-Seith, Reto Rigassi, Ely Riva, Alfonso Zirpoli.

25 anni fa in Ticino il concetto stesso di „fotografia d’autore“ era pressoché sconosciuto al di fuori di una ristretta cerchia di persone. Il lavoro del fotografo, allora come in parte ancora oggi, caratterizzava infatti nell’immaginario collettivo soprattutto quello rivolto alla fotografia di consumo o legata alla memoria individuale (dai matrimoni ai battesimi alle foto-passaporto) e quella di réportage svolta dai professionisti legati ai quotidiani.

E’ soltanto nei primi anni ’80 che alle nostre latitudini inizia a svilupparsi anche una fotografia alta, legata sia alla pubblicità, sia all’ambito culturale e artistico, a stretto contatto quindi con aziende, industrie e agenzie pubblicitarie, o con istituzioni, musei, gallerie d’arte, studi di architettura, di cui reclamizzava i prodotti, documentava progetti e allestimenti, illustrava i cataloghi, o ancora conservava la memoria degli interventi di restauro dei monumenti storici. Il contatto privilegiato con questo tipo di clientela e con un contesto che impone al fotografo elevate competenze tecniche, creative e culturali, costitui’ indubbiamente uno degli elementi che portarono molti professionisti dell’immagine a realizzare, parallelamente ai lavori su commissione soprattutto nel campo della fotografia di architettura, still life e pubblicitaria, anche progetti personali finalizzati a mostre, pubblicazioni e concorsi.

Un primo bilancio sulla produzione dei fotografi ticinesi attivi in questo ambito fu fatto, nel 1987, con la pubblicazione da parte della Fondazione Svizzera per la Fotografia del volume „Il Ticino e i suoi fotografi“, edito nelle tre lingue nazionali e che raccoglieva le immagini degli autori sia in parte già affermati, sia emergenti dell’epoca.

Successivamente, un’ulteriore e importante stimolo alla diffusione della fotografia come forma d’arte fu l’istituzione negli anni ’90 da parte della Società Ticinese di Belle Arti, con sede a Lugano, del “Premio della Fotografia STBA”, che dal 1993 fino al 1997 venne assegnato annualmente a un fotografo professionista della Svizzera italiana (tre dei quali sono presenti nella mostra allestita presso la Galleria della Fondazione Patelli) al quale si accompagnava la pubblicazione di una cartella di fotografia destinata al mercato collezionistico.

A queste iniziative si affiancava l’importante azione di divulgazione e promozione della fotografia d’autore svolta da parte della Fondazione Galleria Gottardo di Lugano su iniziativa di Fernando Garzoni, con mostre, pubblicazioni e acquisizioni di opere per la collezione della galleria, che hanno coinvolto anche numerosi fotografi ticinesi, protrattasi con regolarità sino alla fine del secolo scorso.

A partire dal 2000 sotto la direzione di Guglielmo Volonterio è stato istituito il Fondo Cotti per la fotografia, in aggiunta al già esistente fondo Cotti per l’arte contemporanea svizzera della città di Lugano, che ha raccolto una collezione di fotografia contemporanea di autori della svizzera italiana, organizzando diverse esposizioni della stessa nei musei elvetici e pubblicandone un importante catalogo nel 2003.

„1/4 Century“ riunisce quasi tutti i fotografi della Svizzera italiana che hanno operato e sono stati premiati nei contesti citati o che attraverso pubblicazioni, esposizioni in gallerie e musei di rilievo hanno caratterizzato la fotografia d’autore del Cantone in questo ultimo quarto di secolo. Essa rappresenta quindi da un lato un’importante occasione per una visione d’insieme delle immagini che gli autori invitati ritengono maggiormente rappresentative del proprio lavoro, e si pone al contempo come statement sulla produzione in ambito artistico della fotografia ticinese.

 

 
   

Fondazione Patrizio Patelli, Locarno
Centro storico, via Cittadella 9
CH - 6600 Locarno

Phone +41 (0)91 751 93 33
http://fondazionepatriziopatelli.ch/

 
   
Plug-in
Contemporary art news
www.plug-in.ch
   
subscribe | up-date                                                  to unsubscribe click / here